Stampa Pagina

1. Le notifiche telematiche in proprio. Premesse generali.

 

itunes

Permalink link a questo articolo: http://www.pergliavvocati.it/1-notifichepec-premesse/

Commenti disabilitati.

ATTENZIONE! PAGINA IN AGGIORNAMENTO!

 

E’ stata pubblicata il 20/08/2015 in Gazzetta Ufficiale la Legge n. 132/2015 di conversione, con modifiche, del DL 83/2015 in vigore dal 21/08/2015.

Il testo coordinato con le modifiche è disponibile a questo link:

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/vediMenuHTML?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2015-08-20&atto.codiceRedazionale=15A06390&tipoSerie=serie_generale&tipoVigenza=originario

Si segnalano, in particolare, le modifiche relative alla certificazione di conformità delle copie analogiche e informatiche degli atti e provvedimenti (art. 16 undecies e nuovo testo dell’art. 3 bis, co. 2, L. 53/1994).

Poiché le nuove norme affermano che la certificazione di conformità da inserirsi nella relata di notifica a mezzo PEC dev’essere effettuata secondo “le modalità stabilite nelle specifiche tecniche del responsabile dei servizi telematici del ministero della Giustizia” e poiché queste modalità non sono ancora state emanate, a titolo prudenziale si consiglia di non notificare a mezzo PEC copie informatiche o analogiche degli atti ma di utilizzare esclusivamente duplicati informatici. Se non disponibili (es. decreto ingiuntivo esecutivo) è preferibile al momento e fino all’emanazione di queste nuove specifiche tecniche provvedere alla notifica cartacea.

Sempre a titolo prudenziale, in caso di deposito presso l’ufficio giudiziario di copie informatiche di atti (es. titoli nelle procedure esecutive o deposito di atti certificati conformi in appello) sarà opportuno certificarne la conformità esclusivamente all’interno dello stesso documento informatico e non su foglio separato.

CHIUDI